News ▪ 24 ottobre 2017

Le Regioni a Bit 2018

Molise, il microcosmo dell’Italia autentica si svela a Bit 2018

Qui un’enogastronomia ricca e varia sposa le tradizioni e spettacolari paesaggi incontaminati.

 

Una terra d’incontro tra i colori e sapori forti del Sud e il fascino discreto del Centro. Piccolo microcosmo dell’Italia più autentica sospeso tra Adriatico e Appennini, il Molise è stato risparmiato dagli eccessi del turismo di massa e offre ancora oggi al viaggiatore più attento una miriade di angoli incontaminati tutti da scoprire. Tutto l’anno.

 

Quali dunque i punti forti di questa piccola-grande Regione?  “L’enogastronomia, i percorsi turistici della Regione Molise nelle quattro stagioni in quanto il Molise è ricco di prodotti come olio, vini, tartufi. Ogni stagione ha le sue peculiarità: ad esempio, in primavera Le Carresi, le corse dei carri fiorati, che sono parte della nostra tradizione. Una regione piccola e grande, che offre tanto”.

 

“Per la Regione Molise la Bit – Borsa Internazionale del Turismo rappresenta un palcoscenico nazionale e internazionale in cui essere presenti. La Regione Molise partecipa alla Bit per suscitare interesse per la nostra regione. – commenta l’Onorevole Remo Di Giandomenico, Presidente Distretto Molise Orientale e Commissario Straordinario dell’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Termoli.  – Per i nostri operatori professionali diventa l’occasione per conoscere i più avanzati sistemi di commercializzazione. Si tratta di un appuntamento  per mettere in evidenza la cultura. l’enogastronomia, i percorsi turistici della Regione Molise nelle quattro stagioni, in quanto il Molise è ricco di prodotti come olio, vini, tartufi. Ogni stagione ha le sue peculiarità: ad esempio, in primavera Le Carresi, le corse dei carri fiorati, che sono parte della nostra tradizione. Una regione piccola e grande, che offre tanto.”

 

 

In Molise la gastronomia si è plasmata per le vie della transumanza, lungo i tratturi: ci troviamo al cospetto di una tipica cucina dell’Italia centrale, ma con elementi fusion di provenienza napoletana, abruzzese e pugliese. Dalle salsicce alle caciotte, terminando con i fusilli alla molisana, summa di questa grammatica culinaria a base di ragù di salsiccia, castrato e vitello, lardo e pecorino. Specialità che si gustano al meglio magari in occasione di una delle tante ricorrenze tradizionali come appunto Le Carresi. Un patrimonio che oggi la Regione Molise vuole far conoscere di più, puntando sul più importante marketplace turistico italiano, Bit 2018.