News ▪ 24 gennaio 2018

Giordania, passato e presente a due passi dall’Italia

Il mondo a Bit 2018: il Medio Oriente è sempre più protagonista a Milano. Si segnala la Giordania, paese storicamente stabile dove alla tradizionale offerta archeologica e culturale si affiancano le vacanze esperienziali.

 

Bit è da sempre la manifestazione turistica di riferimento per l’area euromediterranea e l’edizione 2018 rafforzerà questa leadership con una nutrita presenza di enti del turismo e istituzioni dalla regione. Tra questi spicca la Giordania, Paese con un’offerta turistica unica fra storia, natura e città multiculturali – ma anche enogastronomia, outdoor e avventura –in uno dei contesti più sicuri del Medio Oriente. Ci svela maggiori dettagli Marco Biazzetti, Responsabile Marketing Italia del Jordan Tourism Board.

 

Come valuta il mercato italiano oggi?

Per quanto concerne gli arrivi del 2017, il risultato vede una vertiginosa ripresa degli arrivi dall’Italia, superiore alle aspettative e alle previsioni di fine 2016 che erano state positive. La crescita del 2017, in termini di arrivi dall’Italia, si attesa a un +50,4% rispetto al 2016, e le previsioni per il 2018 sono decisamente buone. Il mercato italiano si è risvegliato nei confronti della Giordania per diversi motivi, tra cui la grande campagna fatta nel 2016, la massiccia attività social portata avanti dal JTB, il rinnovato dinamismo da parte dei tour operator, e il fatto che la Giordania è da sempre un paese tranquillo e politicamente stabile. Un messaggio che sta passando, grazie all’attività social e di tutti colori i quali hanno visitato la Giordania e ne diventano promotori e ambasciatori, per la ricchezza che il paese offre sia in termini storici, naturali e spirituali

Attivare questo passaparola attraverso i turisti, è stato, da parte del JTB, uno degli elementi di maggior efficacia per stimolare gli italiani a tornare in Giordania.

 

Il mondo del turismo outgoing è in continua evoluzione. Quali sono i trend più interessanti che prevedete per il prossimo futuro per la Giordania?

Siamo pienamente consapevoli di questa evoluzione, della sempre maggiore voglia di indipendenza del turista nella sua organizzazione del viaggio, grazie al web. Ma soprattutto che è importante offrire esperienze forti, non legate esclusivamente al patrimonio storico di un paese. La Giordania ha tutto per trasformare una vacanza in una grande esperienza di viaggio, dai suoi siti storici, naturali, di fede e di benessere, alla gastronomia e alla famosa ospitalità del popolo giordano, ma soprattutto abbiamo sviluppato esperienze turistiche, come quelle legate al settore outdoor e avventura che stanno riscuotendo un grande interesse da parte dei visitatori italiani.

In questo senso saranno fatti investimenti in questo settore, legati anche al turismo rurale che si sposa alla perfezione con la suddetta ospitalità giordana. La Giordania offre uno spaccato del mondo antico, ma anche grandi scenari e atout relative alla vacanza esperienziale che saranno promossi dal 2018 in poi.

 

L’appuntamento con Bit torna a febbraio per rendere ancora più efficace la nuova formula specie in relazione alla presentazione delle novità per la successiva stagione. Voi quali novità porterete a Bit 2018?

La Giordania è una presenza storica a Bit, che fa parte di quel novero di importanti eventi del mondo turistico internazionale ai quali la Giordania aderisce. Bit ci permette un confronto con gli operatori del settore e specializzati sulla destinazione relativamente alle attività promozionali che si vogliono attuare sul mercato italiano per far crescere la Giordania su tutti i segmenti. Inoltre, è un appuntamento importante con il pubblico per l’interesse che la Giordania suscita sul mercato mondiale. Ogni anno Bit ci fa capire quali sono le intenzioni del consumer sulla destinazione, indipendentemente dal fatto che poi le stagioni possano andare più o meno bene per fattori che non hanno nulla a che fare con la Giordania, come i conflitti dei paesi limitrofi.

Grazie alla forte crescita registrata nel 2017, la partecipazione a Bit della Giordania vedrà uno stand raddoppiato nelle sue dimensioni rispetto al 2017, con la partecipazione di 12 espositori, un’adesione dalla Giordania che non si registrava da molti anni; segno che l’Italia è tornata al centro degli interessi dei corrispondenti locali.

Le ultimissime novità saranno comunicate dal direttore del Jordan Tourism Board Abdalrazzaq Al Arabyiat, che sarà presente a Bit insieme alla responsabile mercato Italia dell’head office Ruba al Awamleh. Nel frattempo, sono previste riaperture di hotel chiusi per la crisi che perdurava dal luglio 2014 e la apertura di nuovissimi hotel da parte di famose catene internazionali.

 

Per consultare l’elenco degli espositori di Bit – Borsa Internazionale del Turismo:

www.bit.fieramilano.it