News ▪ 24 gennaio 2018

Il Parco Nazionale di Krka porta la natura della Croazia a Bit2018

La Croazia è una delle destinazioni estive più popolari tra gli italiani. Scopriamo di più su una delle sue chicche, il Parco nazionale di Krka, con la consulente Nikolina Lučić.


Nikolina, come descriveresti la bellezza del Krka National Park?
Il Parco nazionale di Krka si trova all’interno della contea di Sebenico e Tenin e copre una superficie totale di 109 km² tra le più belle sezioni del fiume Krka e il corso inferiore del fiume Čikola.
Il parco nazionale è un’area molto vasta e in gran parte inalterata di eccezionale valore naturale, e comprende più ecosistemi conservati alla perfezione. Lo scopo del parco è principalmente quello di servire la scienza, la cultura, l’educazione, mentre le attività turistiche sono state introdotte per i suoi visitatori.
Con le sue sette cascate e un dislivello totale di 242 m, la Krka è un fenomeno naturale carsico. Le cascate di travertino del fiume Krka sono il fenomeno più spettacolare che caratterizza questo fiume.
Skradinski buk, la cascata più lunga e visitata sul fiume Krka, è una delle meraviglie naturali più note della Croazia. Le cascate sono state create da barriere di travertino, isole e laghi, e le acque combinate dei fiumi Krka e Čikola scorrono sui 17 gradini di Skradinski buk. I visitatori possono godere di una passeggiata facile e piacevole che è possibile grazie ad una rete di sentieri e ponti sul fiume (lunga 2 km). Durante la passeggiata leggera attraverso l’ombra profonda della lussureggiante vegetazione mediterranea e sub-mediterranea, i visitatori possono godere del magico mondo del suono, della luce e del colore della fauna selvatica. Un vero amante della natura non mancherà di sentire il canto dell’usignolo, ammirare i pesci, sentire il richiamo della rana verde, notare i movimenti veloci del serpente europeo e la danza delle libellule color smeraldo.
I visitatori potranno anche apprezzare la presentazione antropologica chiamata villaggio Ethno. I mulini, i valjavice, i pilastri restaurati sfruttano da secoli la forza della corrente dell’acqua e, come simbolo del potere economico, erano anche fonte di conflitto, ma oggi hanno un alto valore culturale e storico, come monumenti dell’architettura rurale e dell’economia del passato. Adorabili presentatori vestiti con costumi tradizionali presenteranno e spiegheranno gentilmente a ciascun visitatore come sono stati tessuti tappeti e borse, come sono stati lavati i vestiti, come il grano è stato macinato, come sono stati fatti i ferri di cavallo, quali eranoi vecchi metodi di aratura e come funzionava la preparazione del cibo nelle vecchie cucine.


Questo parco è molto famoso tra i turisti italiani. Può darci qualche suggerimento per un tour fuori dai sentieri battuti?
Per coloro che vogliono trascorrere più tempo nel parco, ci sono le escursioni in barca organizzate da Skradinski buk (non sono incluse nel biglietto d’ingresso). In tal caso, si consiglia di venire prima nel parco, specialmente durante i mesi di luglio e agosto.
Per il monastero francescano sull’isola di Visovac, il tour dura 2 ore (include una sosta di 30 minuti sull’isola di Visovac con guida esperta).
Per la cascata Roški Slap dura invece 3,5 ore (di cui 30 minuti di sosta sull’isola di Visovac con guida esperta, 1 ora di sosta sulla cascata Roški slap).


Il biglietto d’ingresso al parco include anche quanto segue, per tutti i visitatori:
• visita di una sola volta a tutte le località terrestri del Parco Nazionale di Krka
• presentazione degli esperti e dimostrazione della collezione archeologica di Burnum, presentazione antropologica presso i mulini di Skradinski buk, Roški slap e Oziđana pećina cave
• accesso ai sentieri escursionistici di Skradinski buk, sentiero da Visovac a Roški slap fino alla grotta di Oziđana pećina, che segue le cascate di Manojlovac
• trasporto in battello sulla rotta Skradin – Skradinski buk e ritorno, tranne nel periodo da novembre a febbraio
• per i singoli visitatori che entrano all’ingresso Lozovac, è disponibile il trasporto in autobus per il percorso Lozovac – Skradinski Buk – Lozovac, tranne nel periodo da novembre a marzo.


Presenterete qualche attività o notizia speciale su Bit2018?
Cercheremo di presentare tutti questi sentieri escursionistici e ciclabili, basati sul turismo attivo all’interno del parco.


Se state pianificando una vacanza in Croazia, non perdetevi l’appuntamento con Bit2018!