News ▪ 6 gennaio 2018

Convention Bureau Italia e i nuovi trend MICE a Bit2018

Convention Bureau Italia sviluppa opportunità di business, promuove l’Italia come destinazione MICE, coordina e rappresenta l’offerta italiana e offre formazione diffondendo la cultura dell’industria MICE.
Ma soprattutto Convention Bureau Italia è il punto di riferimento per tutti coloro che vogliono organizzare un evento in Italia. In attesa di incontrarla a Bit2018, conosciamo questa realtà attraverso le parole di Carlotta Ferrari, Presidente di Convention Bureau Italia.

Convention Bureau è una realtà affermata nel mondo dell’organizzazione di eventi e proposte incentive. Come presenterebbe questa realtà ai nostri lettori? Quali sono i suoi punti di forza?

Convention Bureau Italia è il portone d’accesso alla destinazione Italia. Rappresentiamo il punto di riferimento per tutti coloro che sono interessati ad organizzare un evento business o incentive nella Penisola, ma non solo. CBI infatti da un lato offre indicazioni concrete sulla destinazione Italia e sulle risorse del suo settore, dall’altro mette in contatto domanda e offerta MICE, attraverso l’intercettazione di bisogni e l’offerta di soluzioni tailor made per supportare chi organizza un evento. CBI è anche collettore di una rete di imprese b2b operanti nella meeting industry, sono oltre 1.400 realtà che rappresentiamo e che conferiscono valore e autorevolezza al nostro lavoro. Il nostro impegno è quindi quello di creare il miglior contesto all’interno del quale queste aziende possano promuovere se stesse, sia a livello nazionale che internazionale, come attraverso le 15 attività di rilievo internazionale che abbiamo già confermato per il 2018.   

Le imprese facenti parti di questa rete, in totale 110 a fine 2017, rappresentano tutti gli operatori della filiera che muovono e attraggono a livello globale il flusso commerciale del settore turistico b2b: cb locali, strutture alberghiere e hotel con vocazione congressuale, agenzie di eventi, agenzie incentive, destination management company e pco, ma anche  istituzioni,  associazioni di categoria, Regioni e l’Ente ministeriale del Turismo, ENIT, che ha legittimato la nostra missione, firmando con noi un protocollo d’intesa nel 2015.

Il valore riconosciuto e condiviso del Convention Bureau nazionale tra gli attori del settore è sicuramente il primo e indiscutibile punto di forza dell’organizzazione. Insieme alla partecipazione di una rete di associati sempre più potente e virtuosa che valorizza il nostro lavoro di coordinamento e promozione dell’offerta MICE italiana nel Mondo.

Quali sono gli ultimi trend del settore MICE rilevati da Convention Bureau?

Per quanto riguarda gli ultimi trend del settore, un dato significativo che ci rende entusiasti perchè conferisce ulteriore valore alla nostra missione, è la sempre crescente tendenza delle singole realtà territoriali a raggrupparsi insieme ad altre realtà del settore, con la finalità di avere maggiore voce e riconoscibilità nel mercato globale di riferimento. Basti pensare a realtà di recente formazione come il Convention Bureau di Roma e del Lazio, che si è costituito con la volontà di rappresentare il proprio territorio e le sue eccellenze, realtà preziose per arricchire e valorizzare, nel mercato globale, l’offerta MICE italiana.

Cosa presenterete a Bit2018?

A BIT presentiamo l’Italia e la sua offerta coordinata per la meeting industry. Presentiamo l’Italia come paese di professionalità e grandi eccellenze, come i 110 soci del nostro network,  rintracciando le novità e le future tendenze del mercato nazionale, che sappiamo essere al centro delle necessità del buyer internazionale. Realtà uniche, in termini architettonici, sociali e culturali, come La Nuvola Centro Congressi di Roma, il nuovissimo FICO di Bologna, l’intera destinazione di Milano, che grazie a Eventing Milan, dal 2018 farà parte anche esso del network di CBI. Per questo motivo, Abbiamo definito un accordo con una tariffa agevolata per i Soci di Convention Bureau Italia interessati a confermare la partecipazione alla fiera milanese entro la fine dell’anno, ma non solo. Abbiamo definito un accordo anche per coinvolgere anche tutti i Soci dei Soci con tariffe esclusive limitate, con la finalità di rappresentare al meglio l’offerta nazionale MICE. Crediamo nella sinergia e nella cooperazione con le aziende del settore per questo scegliamo di supportare BIT, perché riteniamo che rappresenti un momento strategico per l’incontro tra domanda offerta, in una location strategica nel cuore di una città come Milano, che vede ogni giorno rafforzare sempre di più la sua vocazione MICE.

Avete in programma novità o iniziative particolari per il 2018?

Oltre le 15 le attività a livello globale già confermate per la promozione italiana nel 2018, la novità più grande è l’organizzazione di un evento CBI di rilievo internazionale, unico nel suo genere. Italy at hand, un un-workshop b2b (unconventional), dal 1 al 3 novembre 2018, che vedrà la partecipazione di Supplier e buyer super selezionati da CBI con 45 appuntamenti prefissati, all’interno di una cornice unica, in termini architettonici, culturali, e logistici per la facile accessibilità, Bologna. Un evento nato dalla volontà di presentare skill professionali in un contesto di tradizione e innovazione. Un altro momento prezioso per coniugare domanda e offerta in un clima di formazione e networking internazionale.

Per approfondimenti sulla meeting industry e su Convention Bureau Italia vi aspettiamo a Bit2018 dall’11 al 13 febbraio.