News ▪ 7 febbraio 2018

A Bit 2018 una Croazia multiforme da scoprire

Nel 2017 il turismo in Croazia ha battuto ogni record e gli italiani si confermano primi visitatori. Per il Paese ora la sfida è aumentare la conoscenza e la consapevolezza di tutte le diverse forme di turismo e regioni turistiche.

 

È una delle mete di mare preferite dagli italiani. Ma a Bit 2018 la Croazia vuole proporsi ai nostri connazionali, e non solo, come destinazione turistica a 360. Abbiamo chiesto di rivelarci più dettagli a Viviana Vukelic, Direttrice dell’Ente Nazionale Croato Per Il Turismo in Italia.

 

Come valuta il mercato italiano oggi?

L’Italia è il nostro mercato tradizionale con traffico turistico stabile, nel 2017 sono stati realizzati 5 milioni di pernottamenti e 1 milione di arrivi. Per il turismo croato, il 2017 è stato l’anno record, con 18,5 milioni di visitatori che hanno realizzato 102 milioni di pernottamenti. Si tratta di una crescita del 13% rispetto al 2016.

Il mercato italiano è importante e principale per noi, continua a rappresentare una sfida. Per i turisti italiani vogliamo intensificare la conoscenza del nostro paese a invogliarli a visitarci ancora di più attraverso le nostre attività di marketing.

Le nostre attività promozionali si concentreranno sul rafforzamento del mercato introducendo le forme selettive di turismo e promuovendo le regioni turistiche, cercando di aumentare il traffico turistico nella pre e post stagione attraverso campagne promozionali mirate, specialmente per l’industria turistica, rafforzando la presenza sul mercato e aumentando la consapevolezza dei turisti italiani su un paese bello e ospitale come la Croazia.

 

Il mondo del turismo outgoing è in continua evoluzione. Quali sono i trend più interessanti che prevedete per il prossimo futuro per la Croazia?

Il nostro obiettivo è la destagionalizzazione dei flussi turistici che è uno dei tre obiettivi principali della strategia per lo sviluppo del turismo croato entro il 2020 e del piano di marketing strategico.

I turisti italiani, oltre ad essere i classici vacanzieri sono anche interessati alle manifestazioni, agli eventi culturali e al patrimonio naturale.

L’Ente Nazionale Croato per il Turismo darà una grande priorità alla campagna promozionale sulla varietà dell’offerta turistica: turismo salutare, cicloturismo, turismo congressuale, turismo attivo, specialmente nella zona continentale della Croazia e a tutte quelle iniziative per far arrivare gli ospiti non solo in estate ma anche negli altri periodi.

 

L’appuntamento con Bit torna a febbraio per rendere ancora più efficace la nuova formula specie in relazione alla presentazione delle novità per la successiva stagione. Voi quali novità porterete a Bit 2018?

Le attività promozionali e di marketing nel 2018 andranno maggiormente nella direzione di rafforzare il brand, e aumentare i profitti provenienti dal turismo. Nel 2017 la Croazia è già stata indicata come una delle destinazioni in crescita, con arrivi a due cifre rispettabili e pernottamenti di turisti.

Organizzando varie attività promozionali in Italia (fiere, presentazioni, workshop, viaggi giornalistici, pubblicità, ecc.), speriamo di trovare una posizione stabile di traffico turistico dal mercato italiano.

In Bit presenteremo i nostri nuovi cataloghi promozionali e le novità dell’offerta turistica, nell’ultimo periodo si è investito molto in hotel, servizi e infrastrutture.

Il nostro ufficio in Italia sarà a disposizione per tutte le informazioni e i consigli utili inerenti all’offerta turistica croata.